Posted on Lascia un commento

LE DIECI RISPOSTE INTELLIGENTI A DOMANDE CRETINE 2

D: scusi cos’ha in mezzo alle zampe?
R: le cisti interdigitali, è uno smartdog
(vediamo se la capite)
D: scusi ma cos’è questa puzza?
R: signò er buco dell’Ozono (Ozono nome del cane n.d.r.)
D: Scusi ma morde?
R: arifacce!
D: Porello ma come mai ti guardà così?

R: Sto a magnà non lo vedi? Si chiama modalità morto de fame.
D: Ma è felice sto cane?
R: si perché se fa li cazzi sua!
D: Scusi ma come mai pesa così tanto?
R: E’ depresso per colpa delle cazzate che sente quando va in giro.
D: Questo se morde te spacca!
R: no signò te ciancica e poi usa le ossa come stuzzicadenti, ma adesso non je va!
D: Ma mangia tanto?
R: Mangia? Sto abità dentro una capanna perché s’è magnato anche i muri!
D: Ma che razza è?
(Oddio l’avete letta la n°1? Mo che je risponno?)
R: E’ un bullcarlintbull, tanto a te non te cambia niente no?
D: Oh mamma quant’è brutto sto cane!
R: a signò l’oculista è in fondo a sinistra vatte a specchià con paro de occhiali novi.

Veronica Cucco

Se ti è piaciuto condividilo
Posted on Lascia un commento

LE DIECI RISPOSTE INTELLIGENTI A DOMANDE CRETINE

D: ma che è un carlino?
R: no signò è er messaggero!
D: mozzica?
R: solo se ha fame e adesso ne ha tanta.
D: sbava?
R: si d’altronde è una lumaca (visto che non capiscono una mazza di razze)
D: ma non è troppo grasso?
R: invece con te se fa prima a zompatte sopra che a giratte intorno.
D: perché respira così male?
R: perchè non sopporta la puzza tua.
D: lo sa che qua il cane non potrebbe entrà?
R: infatti il mio è un bullo non un cane
D: ma questo tipo di cane mesà che soffre tanto vero?
R: eh si purtroppo a forza de vedè certa gente se mette pure a piagne.
D: ma questo non tira troppo?
R: tira si perchè non sopporta sentì tutte ste cazzate
D: sembra un maiale.
R: te sembri un maniaco
D: ma morde i bambini?                                                                                                                      R: no li ingoia direttamente
Veronica Cucco

Se ti è piaciuto condividilo
Posted on Lascia un commento

IL BULLDOG È QUEL CANE CHE:

frigna per salire sul letto, nonostante sia in grado di farlo da solo.
Gioca solo quando decide lui.
Non si caga di striscio gli altri cani.
Scoreggia e guarda con aria smarrita, mentre tu ti precipiti ad areare la camera a gas, abitacolo auto, camera, cucina, ecc.
Se gli fai un torto è peggio di un sardo incazzato. Alla fine sei costretto ad incolparti per i danni che fa lui.
Il guinzaglio serve a te non a lui, perché è lui che porta te e non viceversa. 

Ti stalkerizza anche se apri una scatola di medicine. Vedi la metamorfosi sul muso, da bullo menefreghista di tutto quello che gli accade intorno alla modalità on: poretto me, dividi con me!
Il bulldog è quel cane che giustifichi sempre perché come riesce ad amarti lui nessun altro essere è in grado
Veronica Cucco

Se ti è piaciuto condividilo
Posted on Lascia un commento

GLI ACCESSORI DEL BULLDOG

Molti di voi penseranno subito ai collari particolari, ai lettini, cuscini, coperte, lenzuola, noooo!!! Nulla di tutto questo!

 

Quando vai a comprare un auto, gli accessori sono la cosa più figa, poi oggi ce ne sono una marea, un po’ come quelli del bulldog. I neofiti non sanno, i neofiti non ascoltano, i neofiti vedono il bulldog inglese ed è amore a prima vista e nemmeno arrivano a casa che è già lì sul letto che dorme beato come un ragazzino.
Non sanno cosa li aspetta, non sanno per esempio che fanno certe scoregge, si le chiamo così perché puzzette diciamocelo è troppo delicato come per definirle, la puzzetta è per i chihuahua, o per i carlini, ma per il bulldog inglese la parola “scoreggia” calza a pennello. Dipende poi se c’è gente oppure no, perché in genere quelle silenziose le fanno quando ci sono le persone… Ecco prova a spiegare che la causa di tutta quella puzza di cadavere putrefatto proviene dal tuo cane, secondo me è talmente umana, che nessuno ci crede. Ovvio noi che ci viviamo lo sappiamo, ma prova a metterti nei panni di chi il cane non l’ha mai avuto. Sono sicura che qualcuno di voi si approfitta eh, dice che è stato il cane, ma poi sotto sotto i fagioli della mamma con le cotiche eh…

Questo è il primo accessorio… Qualcuno ha anche chiesto ad un allevatore “un bulldog che non scoreggi per cortesia”, come un optional della nuova auto, purtroppo mi dispiace per voi ma le scoregge sono di serie e non potete farci nulla, manco chiedere lo sconto, perché sono l’accessorio che indica la purezza della razza, più sono frequenti e puzzolenti, più sono puri come linee di sangue!

Il secondo accessorio, visto che siamo in tema, è il sedere, l’unico cane che non riesce a pulirsi il sedere è il bulldog, a chi spetta il compito? A te neofito, che munito di mascherina, guanti, salviettine, creme, cremine sei lì che schifato scortichi tutte le feci secche e il bulldog che fa? Goooodeeee, mamma mia come amano farsi pulire il culo.

Li vedi sono fantastici tirano fuori la lingua e ti guardano come per dirti di non smettere, si girano e sembrano dei piccoli Fantozzi con la lingua di fuori.

Il cerume nelle orecchie, ecco ci si può aprire un negozio di candele, bastano due bulldog per fare tutta la serie di candele di cerume. E’ davvero noioso per i bulldog farsi pulire le orecchie, viceversa amano quando gliele gratti dietro. Se non sei frequente con la pulizia, scordati il negozio di candele, perché cominciano a puzzare anche quelle di cadavere putrefatto, insomma volevi un bulldog puro? Prenditi anche tutti gli accessori di serie.

Abbiamo le rughe, le rughe sono il ponte tra voi e il bulldog inglese, sono quelle rotondità perfette che vi fanno impazzire, quelle che vi fanno perdutamente innamorare del vostro cucciolo. Collegate anche agli scoli lacrimali, che fin da cuccioli già vi mettono a dura prova, perché grazie alle crocchette, diventano neriiiii come la pece.

Eh si pensavate che fosse sufficiente un armadietto per i medicinali? No meglio un armadio a quattro ante, io addirittura non mi ammalo più, perché non saprei dove mettere i miei medicinali. Ultimamente ho anche imparato ad economizzare, tipo il betadine un po’ per uno. Mica uso l’alcool per disinfettarmi. 🙂

Potrei andare avanti per ore a descrivervi tutti gli accessori, ma scriverò un’altra puntata.
Veronica Cucco

Se ti è piaciuto condividilo